Vai al contenuto principale della pagina Vai al menu principale Vai al menu di questa sezione

Cimitero monumentale di Trento: installazione sistema anti-piccione all'interno dei colonnati e delle cappelle

Cenni storici

I lavori di costruzione del Cimitero monumentale di Trento iniziano nel 1826, secondo il progetto del 1824 dell'ingegnere Giuseppe Pietro Dal Bosco. Il progetto prevede un quadrante perimetrato da logge con colonne monolitiche in pietra bianca di Trento, di ordine dorico. Al centro di ogni lato del quadrante vi è una grande cappella, inclusa tra due cappelle minori, analoghe a quelle poste in prossimità degli angoli. Sul lato nord, in asse al viale d'ingresso, vi è la cappella principale. Dedicata al Redentore, è costruita sullo schema di un Pantheon con una grande cupola.
Nei portici perimetrali, a ogni campata corrisponde un'edicola dove sono posti i monumenti funebri delle tombe di famiglia. Lo spazio incluso nel quadrante è attraversato da viali con cipressi ed è adibito a Campo Santo. Il cimitero è inaugurato nel 1827. Nel 1889 viene deciso l'ampliamento con il raddoppio del quadrante progettato dall'ing. Dal Bosco. Tra il 1970 e il 1971 viene costruita la parte nord del quadrante sud, a lato dell'ingresso.

Intervento

La presenza di numerosi piccioni che invadono gli edifici dell'antico Cimitero e il conseguente fenomeno di degrado e sporcizia che ne deriva, hanno indotto l'Amministrazione comunale ad intervenire puntualmente sulla struttura per contenere, almeno parzialmente, la presenza dei volatili.
Il sistema più conveniente da adottare viene verificato di volta in volta tenendo conto dell'efficacia dissuadente dello stesso e della compatibilità ambientale dell'intervento all'interno del monumento.
L'intervento di restauro definitivo, che ad oggi ha interessato il quadrante Nord, per l'intera ala Nord ai lati della chiesa del Redentore ed in parte l'ala Est, ha previsto l'adozione di un sistema a dissuasori elettrici a mezzo di cavi in grado di ostacolare le basi di appoggio ai volatili nei punti a loro più congeniali, rappresentati principalmente dal piano soprastante la trabeazione interna ai colonnati che ospitano le tombe di famiglia.
Nei prossimi anni è programmata la realizzazione di sistemi dissuasori dei volatili nelle parti del Cimitero Monumentale ancora sprovviste, che si identificano nella parte nord e in parte dell'ala est del quadrante nord.

Costo previsto

42.608,00 Euro

Tempistica di realizzazione

entro il 31 dicembre 2016

Come finanziare questo intervento con una donazione e usufruire del credito di imposta

Per finanziare questo progetto e poter usufruire dell'art-bonus, è possibile effettuare una donazione con un bonifico con le seguenti indicazioni:

Comune di Trento – Via Belenzani 19 – 38122 Trento
Codice fiscale e partita IVA 00355870221
Conto corrente bancario intestato al Comune di Trento – servizio di tesoreria Istituto Unicredit s.p.a.
Iban - coordinate bancarie nazionali: IT73I0200801820000001202801
Swift/bic – coordinate bancarie internazionali: IT73I0200801820000001202801UNCRITM10HV
Causale: DL 31/5/14 n 83 ArtBonus donazione per sistema antipiccione Cimitero monumentale Trento

Nota: la ricevuta del bonifico va conservata ed esibita in sede di dichiarazione dei redditi per avere diritto allo sgravio fiscale tramite credito d'imposta. Non è previsto che il Comune rilasci documentazione fiscale.

Per ogni ulteriore informazione sugli aspetti amministrativi dell’Art Bonus è possibile scrivere a: ufficio_cultura@comune.trento.it o telefonare allo 0461 884287.

Erogazioni ricevute

Persona fisica                                        400,00 €

evel Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0 XHTML 1.0 Transitional Valido! CSS Valido! Validatore accessibilità