Vai al contenuto principale della pagina Vai al menu principale Vai al menu di questa sezione

Art bonus

Il Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 29 luglio 2014, n. 106, ha introdotto un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura (il cosiddetto "Art-Bonus") e la legge di stabilità 2016 (28 dicembre 2015 n. 208, art. 1 comma 318) ha stabilizzato e reso permanente l’Art bonus.

Il decreto legge introduce in sostanza un regime fiscale agevolato, sotto forma di credito di imposta, nella misura del 65 per cento delle erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche e giuridiche per interventi a favore della cultura e dello spettacolo.

In particolare il credito d’imposta è riconosciuto per le donazioni a favore di:

1.    interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici;
2.    musei, siti archeologici, biblioteche e archivi pubblici;
3.    spese di investimento per Teatri pubblici e Fondazioni lirico sinfoniche.

Risultano beneficiari del credito d’imposta:

-    le persone fisiche e gli enti non commerciali nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile;
-    i soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui.

Il credito è riconosciuto anche alle donazioni a favore dei concessionari e affidatari di beni culturali pubblici per la realizzazione di interventi di manutenzione, protezione e restauro.

Visualizza dalle voci del menù a sinistra gli interventi nel Comune di Trento verso i quali è possibile effettuare donazioni.

Visualizza il Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 luglio 2014, n. 106 sul sito www.normattiva.it
 

evel Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0 XHTML 1.0 Transitional Valido! CSS Valido! Validatore accessibilità